Avvitatori elettronici coppia angolo con trasduttore – Hold & Drive

Gli avvitatori Hold & Drive prendono il loro nome dalla tipologia di applicazione alla quale sono dedicati.




Descrizione

Gli avvitatori Hold & Drive sono applicati su speciali giunzioni serrate con componenti richiedenti il blocco di un albero filettato o del bullone durante la guida o il serraggio di un dado di bloccaggio.

Un albero di ritenzione caricato a molla interno si ritrae durante l’avvitamento della madrevite.

I giunti sferici, gli ammortizzatori e le applicazioni delle barre antirollio richiedono tipicamente le teste Hold & Drive per fissarle durante il montaggio.

Gli attacchi Hold & Drive possono essere progettati come teste angolari, offset estremità chiuse, attacchi chiusi in linea / angolari o fissi.

Questi utensili lavorano tutti in combinazione con il controller AcraDyne, che offre il vantaggio, oltre che della programmazione puntuale dei serraggi, la tracciabilità dei processi in dati, curve, analisi e statistiche.

 

Applicazioni

  • Snodi sferici
  • Ammortizzatori
  • Sbarre
  • Giunti anti rollio
  • Ideale per applicazioni, di assemblaggio ad utilizzo manuale.
  • Tutti i processi di assemblaggio in cui è richiesta la tracciabilità

Punti di forza

  • Intervallo di coppia da 4  a 350 Nm
  • Motorizzazioni serie 3000 offrono gamma di velocità da 191 a 533 rpm
  • Design ergonomico elevato, semplice e robusto abbinabile ai bracci di reazione Airtechnology
  • Accessori integrabili per garantire la massima flessibilità per ogni specifica esigenza
  • Corse da 1” e 2” standard
  • Teste e bussole personalizzate
  • Tracciabilità dei processi in dati, curve, analisi e statistiche unitamente a controllore IEC
  • Completa compatibilità con il software Airtechnology per raccolte dati, sistemi di posizionamento e gestione dei processi

ULTERIORI CARATTERISTICHE TECNICHE: scarica scheda tecnica o richiedi maggiori informazioni

Tabella

tabella 5  Avvitatori per assemblaggio industriale Gli avvitatori Hold & Drive prendono il loro nome dalla tipologia di applicazione alla quale sono dedicati.